Continua la Vacanza a Oaxaca Messico


28 settembre

Levataccia, colazione, valigie pronte e si parte per la costa del Pacifico.

Ci aspettano 5/6 ore di pullman, ovviamente con le solite soste (pipì, vomito, ecc…).

Cominciamo la salita in montagna, considerando che Oaxaca è già di suo a 1500 metri vuol dire che la strada s’inerpica ben bene, prima di discendere verso la costa.

Facciamo anche una sosta presso le sorelle artigiane Aguilar per ammirare i loro lavori in terracotta e, naturalmente fare qualche piccolo acquisto!

Guillermina Aguilar è stata anche insignita di vari premi per la sua attività. 

Lungo la strada sostiamo anche ad Ocotlan de Morelos per ammirare l’esterno della Cattedrale e la vita del paesino.

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

il viale che porta alla Cattedrale

Procedendo ci dicono che è molto interessante il paese di Hutla che ha un’Hacienda con stanze molto belle , grandi e pulite, per chi volesse fare una sosta nella parte meno conosciuta della zona, ma non per questo meno interessante. L’Hacienda è La Solitaria….promette calma e riposo, vero?

vacanze messico, vacanze america latina, vacanze oaxaca

questo ha già cominciato a riposarsi

Si sale sempre più in alto col tempo che comincia a rannuvolarsi; la prossima sosta è a San José del Pacifico, che nonostante il nome è in montagna, ben lontano dalla agognata meta: le spiagge del pacifico appunto.

Visita alle Cabanas “Puerta del Sol”…. Sotto la pioggia a dispetto del nome!

Scopriamo che nella zona ci sono tantissimi funghi, che gli abitanti davano da mangiare ai maiali.

Sono arrivati degli italiani (ma guarda un po’) ed hanno visto che si trattava di funghi pregiati, quali porcini, ovoli, galletti, ecc. ed hanno cominciato a raccoglierli e farli conoscere ai turisti di passaggio.

Infatti noi abbiamo pranzato a base di polenta e funghi nel locale gestito da Davide e Francesca (lui milanese, lei bergamasca). La polenta era molto particolare di color azzurrognolo e macinata a mano da Francesca al mattino stesso.

La farina viene da una varietà di mais, chiamato appunto azzurro.

Ovviamente ci sono anche i funghi allucinogeni per chi volesse fare un viaggetto diverso!

Si riparte satolli e un po’ meravigliati di aver pranzato come se ci fossimo trovati sulle nostre Alpi!

vacanze messico, vacanze america latina, vacanze oaxaca

Tranquilli ce n'è anche un'altra di strada!!!!

E poi magari imboccare questa strada

Infatti, poco più avanti la strada si biforca ed Alex, tutto sereno, ci propone di prendere la vecchia statale che, anche se non tutta asfaltata, ci farà risparmiare un’ora di viaggio. Ovviamente tutti plaudiamo alla proposta perché non abbiamo visto ancora la strada ( per questo dicevo che ci sono state anche soste …quasi vomito).

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

sempre più bella la strada

Bella vero la strada? Ma ci ha fatto veramente risparmiare tempo!

 

Se Dio vuole arriviamo al paese di Huatulco sulla costa del Pacifico, nostra meta finale; devo dire che, a parte chi ha avuto qualche disturbino allo stomaco, il giro per quella strada ormai abbandonata ci ha fatto apprezzare la natura incontaminata della Sierra di Oaxaca.

Qui dopo il freschino dei 2000 metri di altitudine ci accoglie subito un caldo umido che ci fa rimpiangere la montagna.

L’hotel  è il Crown Pacific offertoci dall’associazione albergatori di Huatulco, arrampicato sulla collina, tanto che c’è il trenino che fa servizio per raggiungere le camere situate più in alto.

Ceniamo in hotel nella sala che ha l’aria condizionata a mille …figurarsi e avevamo lasciato le maglie in camera!

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

panorama e.........piscina

29 settembre

 

Ci alziamo e partiamo per fare la prima colazione (per svegliarci proviamo bere il caffè americano dal distributore gratuito nella hall del nostro hotel) presso l’Hotel Camino Real Zaashila.

Come scendiamo dal pulmino ci offrono immediatamente delle salviette umide per rinfrescarci…..alla fine del giro quando ce le offriranno di nuovo saranno accettate con vera gratitudine, tanto per capirci c’erano almeno 35° con umidità che superava il 90%: si era ancora nella stagione delle piogge.

Andiamo a scoprire i pueblos dell’interno dove vivono famiglie che salvaguardano le antiche tradizioni di questo popolo.

Sono incentivati dal Governo, onde evitare la massiccia emigrazione della popolazione giovane negli Stati Uniti, facendo in modo che trovino anche in patria un lavoro ed una vita dignitosa.

Ad esempio la coltivazione di nopales, varie specie di “fichi d’India”di cui uno senza spine, le cui foglie giovani vengono mangiate cotte alla piastra (provate ..buonissime), coltivazione di banane di tutti i tipi , si macina il mais inumidito per fare poi i tacos e le tortillas, si preparano gli adobe ( mattoni di fango e paglia), l’artigianato usando le foglie della palma mizteca, ecc…

vacanze messico,vacanze america latina, vacanze oaxaca

che forza col mais

Per il pranzo dove si va? Ma in un hotel naturalmente, ma stavolta visitiamo solo la spiaggia ed il ristorante a mare dell’ hotel Castello Beach Club.

Per maggiori informazioni chiedere ai colleghi che si sono fermati un paio di giorni lì in più…..i fortunati!

 Al pomeriggio andiamo a visitare l’iguanario dove vengono allevati gli iguana che altrimenti sarebbero a rischio d’estinzione.

Si rientra in hotel per preparaci alla serata, ma prima di tutto un tuffo in piscina non ce lo leva nessuno!  Che beatitudine, era il tramonto ormai, la piscina deserta solo noi che sguazzavamo in libertà.

Cena al Barcelo Huatulco Beach Resort, uno spettacolo di hotel, senz’altro molto accogliente e con vari ristoranti. Peccato che hanno pensato di offrirci la cena nel ristorante spagnolo e che dire….ognuno cucini alla propria maniera che è meglio!

30 settembre

Oggi la giornata si prospetta rilassante.

Prima di tutto sosta per la colazione all’Hotel Quinta Real: semplicemente magnifico. Se mi sposo un’altra volta (impossibile) il viaggio di nozze deve essere qui!

vacanze messico,vacnze america latina, vacanze oaxaca

la piscina privata con jacuzzi di una suite

Preferite la camera con la piscina privata o con la jacuzzi? Entrambe con vista sulla baia, naturalmente!

Lasciamo questo sogno ed andiamo ad imbarcarci sul catamarano per l’escursione delle Bahias de Huatulco.

Le baie di Huatulco sono 9, una più bella dell’altra con delle magnifiche spiagge dove godere del sole, mare e della natura.. e cosa da non dimenticare con ristorantini (palapas) che preparano un pesce divino e che offrono col pranzo anche l’uso dell’ombrellone  (indispensabile) e dei lettini dove rilassarsi e dimenticare il resto del mondo!

Dunque ci imbarchiamo a Santa Cruz e costeggiamo le imponenti navi da crociera e ci dirigiamo verso il mare aperto tranquillamente distesi a prendere il sole dopo esserci abbondantemente spalmati di protezione totale o quasi.

Il sole scotta ma il venticello del mare ci fa godere al massimo; le Bahias sono un a cosa meravigliosa; ma vene parlerò in un’altro articolo con dovizia di particolari.

vacanze messico,vacanze america latina, vacanze oaxaca

questo è solo un assaggio

Si rientra la sera per fermarsi nella località della Crucecita, dove scopriamo il lavoro artigianale coi telai importati dagli spagnoli; infatti le popolazioni indigene usavano il telaio cosiddetto a vita.

Qui siamo scappate Luisa ed io attratte, indovinate da cosa, sì proprio da un aroma di caffè: siamo veramente dei cani da tartufo!

Deliziosa la cittadina coi suoi negozietti e vie caratteristiche.

In hotel appuntamento globale in piscina dove facciamo amicizia con dei messicani che non fanno altro che offrirci tequila e margaritas…..io mi allontano con la scusa che sono senza occhiali e non ci vedo in un angolo tranquillo della piscina sorseggiando un succo di tamarindo!!!!

Lascio che ci pensino gli altri a tener alto il nome dell’Italia !

Ceniamo in hotel familiarizzando sempre più con le gentili ospiti, nonché responsabili dell’hotel!

01 ottobre

Ultimo giorno in Messico, anche quest’ avventura è terminata!

Impieghiamo la mattina (le valige in qualche modo le prepareremo più tardi) a rilassarci in spiaggia assaporando le ultime ore prima del rientro.

Ci trasferiamo nel piccolo aeroporto di Huatulco

vacanze messico, vacanze america latina, vacanze oaxaca

eccolo l'aereoporto

 da dove raggiungeremo Città del Messico per imbarcarci poi nel volo notturno fino a Madrid, dove arriviamo il giorno dopo più o meno addormentati dopo aver cercato di dormire in aereo. Io per fortuna non avevo nessuno accanto ed anche altri sono stati così fortunati per cui ci si poteva allungare un po’ di più.

A Madrid ci dividiamo, ognuno per la sua destinazione, confidando di non perderci del tutto di vista (o meglio contatto mail, almeno).

Finalmente a Venezia, recupero la macchina e volo verso casa ed il mio letto.

Per qualche giorno non ci sarò…. parto per un’altro dei miei viaggi.

Ma aspettatevi ben presto tutti  i particolari della mia meta preferita: lo Stato di Oaxaca Mexico!!!

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: