Hola amigos


vacanze america latina, vacanze messico, vacanze oaxaca

la bandiera del Messico

Salve, sono Maria Pia ho sempre amato moltissimo viaggiare e finalmente ho potuto unire la mia passione con il lavoro.

Avevo già viaggiato nell’America Latina, ma non ero mai stata in Messico.

Nel settembre 2008 ho avuto occasione di poter partecipare ad un tour organizzato per facilitare la conoscenza del territorio messicano

E’ stato come scoprire un mondo magico ed affascinante: mi aspettavo tanto dal Messico ed ho trovato molto di più.

Per questo ho deciso di condividere questa mia entusiasmante avventura con tutti quelli che la vorranno condividere con me.

Il tour si chiama  “Destino Oaxaca” e parte da Città del Messico in direzione di Oaxaca per raggiungere la costa del Pacifico a Huatulco dove, grazie alle sue baie, possono fare il bagno veramente tutti.

Ma cominciamo con ordine:

23/09 – 02/10/2008

Si parte per un tour del Messico…..finalmente; un sogno durato una vita; ed è anche un tour diverso dai soliti, ma questa è l’occasione e va colta al volo!

23 settembre

Volo appunto: si parte da Venezia ad ore assurde, tanto che io che arrivo da Trieste o mi alzo alle tre del mattino oppure decido per pernottare a Venezia.

Naturalmente scelgo la seconda ipotesi anche perché l’hotel offre la navetta e il parcheggio macchina a prezzi mooooolto più convenienti del parking dell’aeroporto.

Al mattino check in con la prima compagna di viaggio che conosco…. Elisa di Vicenza.

A Madrid ci s’incontra con gli altri: Gianluca della K Travel che fungerà da nostro valido accompagnatore, Anna, Pierpaolo, Vittorio e Luisa con cui condividerò la stanza per la durata del tour.

Gli altri quattro: Marcella, Natalia, Ambra e Christian li troveremo già a Ciudad del Mexico provenienti da altre destinazioni.

Dopo 11 ore di volo …lunghissime – anche perché l’attacco del mio auricolare non funzionava e quindi ho visto film muti – si arriva a destinazione.

vacanze messico,vacanze america latina, vacanze oaxaca

finalmente ci siamoooo!!!

Qui facciamo la conoscenza di Alejandro (Alex) che sarà la nostra guida per tutta la durata del tour.

Raggiunto l’hotel Mision Reforma dopo un percorso ad ostacoli fra il traffico caotico di Città del Messico, veniamo spronati a muoverci ed uscire per la cena.

Ci sentiamo tutti ubriachi per la stanchezza del viaggio ed anche per l’altitudine raggiunta (siamo ad oltre 2.200 s.l.m.); comunque ci facciamo forza ed andiamo in un ristorante caratteristico situato nella Casa de los Azulejos.

Primo contatto con la cucina…piccante messicana.  

vacanze messico, vacanze america latina, vacanze oaxaca

primo assaggio della cucina

Dopo un po’ ci si abitua state tranquilli!!!!!

Si ritorna in hotel sempre più barcollanti per la stanchezza (e non abbiamo ancora provato il mezcal).

Seguimi e presto ci sarà la prossima puntata del Tour!!

 

24 settembre

L’appuntamento è per le 8 del mattino alla reception per poi fare la colazione: dato che Luisa ed io non avevamo capito che era l’hotel ad offrirci la colazione in una sala privata, alle 7.45 ci fiondiamo nella sala comune e cominciamo la nostra colazione. Va a finire che fatta la nostra solita colazione all’italiana facciamo anche un’altra colazione alla messicana. Si comincia dalla frutta per passare ai dolci e caffé e per finire con frittata, fagioli, ed altre portate…..leggerine!!!!!

Abbiamo scoperto poi che, dato che non si pranzava prima delle 3 del pomeriggio era veramente utile partire con lo stomaco pieno di quel ben di Dio.

Partenza per il primo giro di visita a Città del Messico, sempre destreggiandosi in un traffico caotico.

Prima sosta nella piazza dello Zocalo (così viene chiamata la piazza principale delle città messicane), qui troviamo il Palazzo del Governo con i murales di Diego Rivera illustranti la vita del popolo messicano, dai tempi più antichi finendo alla dichiarazione d’indipendenza del 1810 passando attraverso tutte le vicissitudine storiche di questo popolo (conquista da parte di Hernan Cortes, la guerra con gli Stati Uniti, la disavventura di Massimiliano d’Asburgo e le presidenze più o meno dittatoriali di Benito Juarez e di Porfirio Diaz).

Dopo la visita agli scavi della vecchia città azteca ricoperta nei secoli da vari strati di terreno ed alla Cattedrale, pendente da una parte come la torre di Pisa, perché costruita sopra un terreno paludoso, ci si fionda al museo antropologico.

vacanze messico, vacanze america latna, vacanze axaca

il fianco della Cattedrale

Tenete presente che i vari spostamenti da un luogo all’altro possono essere anche di un’ora viste le distanze ed il traffico, quindi il “fiondarsi” è puramente descrittivo della velocità in cui noi ci siamo mossi nelle varie visite!

Qui ci aspetta un velocissimo excursus fra tutte le civiltà e popoli che sono vissuti in Messico; ammiriamo tutti i reperti in mostra: devo dire che vedere in prima persona finalmente tutto quello che avevo visto in fotografia o in reportage televisivi mi ha lasciato un’emozione indelebile.

Anche se il giro del museo è stato più che veloce, la competenza e la simpatia di Alex nell’illustrarci i vari reperti e facendoci vivere con le sue parole tutte le epoche illustrate ci ha fatto vivere la prima di innumerevoli puntate di emozionanti scoperte.

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

l'ingresso del Museo de Antropologia

Arriviamo all’hotel Casablanca per il pranzo e la visita, accompagnati dal direttore Ernesto che sprizza gioia da tutti i pori al nostro arrivo……ehehehe ha una spiccata simpatia per qualcuno di cui non faccio il nome!!!!!

Ricco banchetto self service, così ci avventuriamo sempre di più nei meandri della cucina messicana.

Ah dimenticavo, al nostro arrivo – ovviamente – ci viene offerto come aperitivo un margarita!

Questo sarà un leit motiv in ogni hotel che andremo a visitare; io che non bevo potevate vedermi girare  col bicchiere in mano parlando con tutti, fin che non trovavo un posticino nascosto per imbucare il bicchiere senza offendere nessuno degli ospiti, e risbucare tutta bella e sorridente lodando l’ospitalità messicana, che poi è assolutamente vera; i miei apprezzamenti non erano dovuti certo all’alcol!

Per digerire si monta velocemente di nuovo in pullman e via verso la casa – museo di Frida Kahlo, artista molto conosciuta in Messico e non solo perché è stata la moglie di Diego Rivera.

Alla fine della visita riusciamo a fare un giro nel vicino mercato del rione Coyacan con la prima esperienza del genere in Messico: un tripudio di colori, odori, musica e voci indescrivibili.

Riusciamo anche a bere un caffé che assomiglia vagamente a quello italiano in un locale che Alex ci dice essere sempre pieno con una fila inimmaginabile, ma sarà il nostro desiderio smodato di caffé o la fortuna, quel giorno c’era pochissima gente.

Si rimonta in pullman per tornare in hotel e prepararsi per la cena.

Qualche irriducibile si fa portare in un centro commerciale, ma per me era troppo solo l’idea.

Un magnifico bagno rilassante ed eccoci tutti pronti per andare alla visita e cena all’hotel Regente.

Questo hotel, sempre nel centro di Città del Messico, è decisamente più semplice ed adatto per giovani che desiderano spendere un po’ di meno.

Prima di rientrare puntata alla plaza de la Republica per ammirare i gruppi dei mariachi.

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

mariachi

Alla fine della giornata crolliamo a letto e ci addormentiamo di colpo.

Piccolo consiglio da dare  a tutti: prendere solo i taxi chiamati dall’hotel o che si trovano nei parcheggi (i sitios)

Tutti gli altri sono abusivi, anche se sono apparentemente uguali a quelli autorizzati, ma si corre il rischio di essere vittime di banditi veri e propri.

Per cui massima attenzione!!!!!

Anche se ultimamente (siamo a febbraio 2010) la situazione è stata molto regolamentata.

Al momento in cui scrivo la situazione è molto migliorata, ma comunque sempre meglio essere prudenti!

25 settembre

Oggi ci si alza molto prima perché alle otto del mattino dobbiamo già essere per strada in partenza per Cholula, un sito archeologico poco distante da Puebla per visitare la piramide interrata, con il maggior perimetro al mondo (anche se non si riesce ad apprezzarlo appieno) e con alla sommità la Basilica de Nuestra Senora de los Remedios.

Si prosegue per Puebla, magnifica città dalle numerose chiese e dai palazzi d’epoca decorati da ricche maioliche e decretata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Interessante il barrio del artista per le numerose possibilità di acquisti (come si fa poi col bagaglio al ritorno?…..che frustrazione…..) presso le numerose botteghe di artigiani e….per i più golosi un’intera strada dedicata alle pasticcerie con un’infinita varietà di dolci tutti strepitosamente attraenti!

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

uno dei begli scorci di Puebla

E viaaaa per il pranzo e la visita al Best Western Real de Puebla; molto bello come impostazione con piscina e servizi d’ottimo livello per quanto riguarda il personale, un po’ decadente (rimasto agli anni 60, compresa la pettinatura della direttrice…..:-) ) per una certa mancanza di manutenzione.

A questo punto passiamo dal primo pullman grande al pulmino piccolo offerto dall’Ente del Turismo di Oaxaca: come ci son stati dentro tutti i nostri bagagli (oltre a noi tutti, naturalmente), è una cosa che ancora non mi spiego!

Procediamo per Oaxaca (quattro ore di strada) con un paio di soste non solo pipì, ma anche naturalistiche.

Arriviamo in serata all’hotel Casa Conzatti in pieno centro di Oaxaca veramente suggestivo.

vacanze messico, vacanze america latina, vacanze oaxaca

il piccolo patio della nostra stanza

Ceniamo in tranquillità e cerchiamo di raggiungere il prima possibile i nostri letti, in previsione della giornata che ci aspetta.

26 settembre

Dopo la solita ipercalorica e piccante colazione messicana si parte per nutrire la cultura e lo spirito  a Monte Alban.

Si tratta di un sito archeologico particolarmente suggestivo di età zapoteca-mixteca in un’epoca in cui i Maya erano ancora nel grembo di madre terra.

La sua posizione in cima al colle permettere di godere una vista a 360° sulla valle di Oaxaca.

vacanze messico,vacanze america latina, vacanze oaxaca

la vista da una piramide di Monte alban

Ci siamo inerpicati anche su una delle sue piramidi (piccola certo rispetto a quelle Maya) ma sempre imponente ed affascinante, pensando ai secoli che sono passati ed a quello che rappresentava per le popolazioni dell’epoca.

Si prosegue per la visita al sito, sempre della stessa civiltà, di Mitla; particolare soprattutto per i suoi altorilievi geometrici molto simili a quelli greci antichi.

Prossima sosta al villaggio di Santa Maria del Tule dove ammirare il gigantesco albero (un tasso) a presidio della piazza principale: dicono abbia tremila anni….e li porta bene!

Facciamo il pranzo in un ristorante a Mitla dove a prezzo fisso si mangia tutto quello che si riesce!!!

vacanze messico, vacanze america latina, vacanze oaxaca

ingresso dell'hotel ristorante Don Cenobio

Poi naturalmente ci vuole il digestivo: per cui sosta in una mezcaleria dove, oltre i dovuti assggini, ci spiegano la differenza tra mezcal e tequila.

Della serie …all’inizio era il mezcal, poi è nata la tequila: in sostanza entrambi i liquori vengono ottenuti dalle foglie di agave (due tipi diversi comunque), e – mentre il primo viene ancora lavorato artigianalmente macinando le foglie tramite una macina mossa da un cavallo – il secondo viene distillato industrialmente.

Per migliorarlo nel mezcal viene introdotto un verme che ne rende il boccato più delicato.

Rientriamo ad Oaxaca ed un tuffo nel cioccolato!!!!!

Esiste una cioccolateria che ti prepara sul momento le tavolette di cioccolata al gusto che preferisci!

vacanze messico,vacanze america latina, vacanze oaxaca

all9interno del luogo di perdizione ...la cioccolateria

Crema di cioccolato, frappé al cioccolato, tutto al cioccolato…un’overdose: c’è chi ha avuto un momento di scompenso ed è uscito con due borse cariche di ogni ben di dio in cioccolata!!!!!

Poi visita ad un boutique hotel: Casa Oaxaca con poche stanze e tutte con arredamenti d’epoca e situato nel centro della città.

A proposito muoversi ad Oaxaca è facilissimo: non è molto grande ed il suo centro storico è veramente ben tenuto e ci si arriva facilmente a piedi dai vari hotel che abbiamo avuto la possibilità di visitare

Si passa più che velocemente al mercato locale ; altra overdose di profumi, colori e  compere!

Dopo questa passeggiata veramente istruttiva in possibili futuri acquisti, naturalmente, via a prepararsi per la grande serata con visita e cena all’hotel Camino Real dove assisteremo anche ad uno spettacolo di Guelaguetza.

La guelaguetza è una tradizione locale dove ogni famiglia invitata per una festa da un’altra famiglia porta o qualcosa da mangiare o bere oppure collabora col proprio lavoro alla festa sapendo che a sua volta quando avrà bisogno saranno gli altri a farlo.

Lo spettacolo passa in rassegna molte danze, canti e tradizioni delle popolazioni indigene dello stato di Oaxaca.

Che dite si fa una bella passeggiata per tornare in hotel; ma certo la serata è gradevolissima e la gente è tutta per le strade.

In dieci minuti siamo a destinazione, pronti a sognare il giorno dopo.

27 settembre

Colazione veloce, per gli standard messicani naturalmente, in hotel e via.

Oggi andiamo alla scoperta degli ecoturismi del luogo, molto pubblicizzati e spinti dall’Ente del Turismo locale.

Partiamo per la Sierra Norte, con soste lungo il percorso agli antichi pueblos di Capulalpan ed Ixtlan, custodi di ancestrali tradizioni, lingua e cultura.

Scopriamo un “ambulatorio” dove viene ancora pratica l’antica medicina tradizionale: il nostro amico Vittorio – rotto a tutte le esperienze – prova di persona una seduta di tale trattamento.

Un applauso a Vittorio !!!!!!!

Nella scuola del paese scopriamo anche una banda musicale composta soltanto da giovani, che tramandano, così le antiche tradizioni musicali.

Troviamo anche un ristorante (in una casa privata) dove sorseggiamo caffè e cioccolata accompagnata da panini dolci

Al caffè Luisa ed io arriviamo dappertutto semplicemente…..a naso; non si capisce, vero, che eravamo in astinenza da caffeina…..? 

Torniamo ad Oaxaca per visitare la chiesa di Santo Domingo in pieno svolgimento di un matrimonio, con le invitate che sfoggiano ricchi abiti da sera tutti abbondantemente scollati; non sono puritana, ma a me avevano insegnato che in chiesa si entra vestiti in modo adeguato.

Bah, sarò io che sono retrograda ed antica!!!!

vacanze messico,vacanze america latina,vacanze oaxaca

il soffitto della chiesa disanto Domingo a Oaxaca

Naturalmente altra puntata al mercato con una sosta prima in un locale chiamato Caffeina e che rende onore al suo nome: il miglior caffè bevuto in Messico!

Altra overdose di acquisti sempre più pensando alla valigia finale, ma non riuscendo assolutamente resistere alle offerte di stoffe, tappeti, borse e gioielli in pietre dure.

Stasera si va a cena all’Hostal La Noria in pieno centro della città ricavato da un’antica casa nobiliare e con tutto l’arredamento d’epoca.

Per chi volesse invece stare fuori città esiste la Hacienda La Noria, situata appunto nella località dove sorgeva la fattoria della famiglia che ancora ne è proprietaria.

Torniamo, stavolta col pulmino –almeno una parte di noi altri fanno la passeggiata per sorseggiare un’ultima tequila – al sospirato riposo.

Annunci

Tag: , ,

Una Risposta to “Hola amigos”

  1. http://www.tilestogo.com.au/ Says:

    Nice post. I was checking constantly this blog and I’m impressed! Extremely useful information specifically the last part 🙂 I care for such info much. I was seeking this certain info for a very long time. Thank you and good luck.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: